Scroll to top

Il programma Active and Assisted Living (AAL) ha organizzato una giornata informativa per presentare la sua nuova call: “Living well with dementia – The contribution of ICT to integrated solutions for enabling the wellbeing of people living with dementia and their communities”.
AAL è la Piattaforma europea per soluzioni innovative che si basa sull’utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) per supportare le persone anziane nelle loro attività quotidiane. Il Si tratta di un programma a cui aderiscono gli Stati partner dell’Associazione AAL, con il sostegno finanziario della Commissione europea, sulla base dell’articolo 185 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea (TFUE). Il programma promuove l’innovazione industriale, tecnologica e sociale, attraverso prodotti, sistemi e servizi sviluppati con il coinvolgimento delle PMI e degli utenti finali interessati. L’attività più importante di AAL è la pubblicazione annuale dell’invito a presentare proposte per progetti innovativi nel settore delle tecnologie ICT per l’invecchiamento attivo e in buona salute.

Call AAL 2016 “Living well with dementia”

Informazioni di base
L’invito a presentare proposte scade il 26 maggio 2016. Il budget totale ammonta a 30,7 milioni di € e ogni Paese aderente al programma finanzia i propri partecipanti secondo regole nazionali. La Commissione europea ha stanziato 13,9 milioni di € per questa call. L’Italia partecipa tramite il MIUR, che ha dedicato a questo bando un budget di 550 mila €, e attraverso il Ministero della Salute, che ha stanziato un milione di €.

Sfida affrontata
Lo scopo di questa call è finanziare progetti di ricerca innovativi, transnazionali e multi-disciplinari che tramite lo sviluppo di tecnologie ICT aggiungano valore alla ricerca esistente, rispondano alle molteplici esigenze delle persone affette da demenza e dei loro cari e abbiano una concreta applicazione a livello di mercato.

Impatto atteso
Lo sviluppo di soluzioni basate sulle ICT migliorerà la qualità della vita delle persone affette da demenza e di coloro che li assistono. Ciò apporterà numerosi benefici al mercato, tra cui: aumento dell’utilizzo di tecnologie/ICT da parte delle persone affette da demenza e dei loro cari; aumento dei consumi di queste tecnologie; nuove catene di valore europee che includono gli utenti finali e gli stakeholders e generano risparmi per i sistemi sociali e assistenziali.

Requisiti
I progetti dovranno adottare un approccio inclusivo e fortemente incentrato sull’utente, un numero considerevole di tipologie rilevanti di utenti finali dovranno dunque essere coinvolti in tutte le fasi del progetto.
Le soluzioni ICT proposte devono avere un’interfaccia semplice, intuitiva, personalizzata e adattabile al cambiamento delle capacità degli utenti, le soluzioni devono essere affidabili, sicure e con un alto potenziale di commercializzazione.
Le proposte devono essere innovative e andare oltre lo stato dell’arte attuale. La fase dello sviluppo delle soluzioni non deve durare più di un anno dall’inizio del progetto. I test sul campo devono iniziare dopo al massimo un anno ed essere organizzati in almeno due paesi. Le proposte devono tener conto del quadro regolativo etico/legale di ciascun paese (descrivendo come occuparsi degli aspetti etici legati al coinvolgimento di persone affette da demenza nei progetti) e avere una dimensione europea.

Prospettiva industriale
Le soluzioni AAL devono essere disponibili sul mercato due anni dopo la fine del progetto. Gli esperti suggeriscono di sviluppare il modello industriale fin dall’inizio del progetto (durante la preparazione della proposta) e di fissare target precisi (convenienza, identificazione dei potenziali flussi di entrate, ecc). Il Business Plan deve essere realistico e includere una chiara descrizione del prodotto o della soluzione, del target group, del mercato di riferimento e del modello di impresa, le risorse richieste (umane, materiali, finanziarie) e una descrizione di come si prevede di entrare sul mercato. È importante anche includere il feedback degli stakeholders più importanti (al di fuori del consorzio) al fine di mettere a punto la proposta del valore di vendita, considerare il ruolo dei partners nella catena del valore, definire i diritti di proprietà intellettuale e prevedere una strategia adeguata per la disseminazione.
Per aiutare i progetti AAL ad entrare sul mercato è stata stabilita l’azione di supporto “AAL2Businesses”. Questa azione ha l’obiettivo di migliorare il tasso di successo delle soluzioni AAL sul mercato aiutando ciascun progetto/compagnia a trovare la strada giusta perché tali soluzioni siano commercializzate.

Criteri di eleggibilità
La proposta deve essere presentata in lingua inglese esclusivamente attraverso il sistema di invio elettronico entro la data di scadenza. Il consorzio deve includere almeno 3 entità legali provenienti da almeno 3 diversi paesi aderenti e membri dell’Associazione AAL, di cui almeno uno deve essere un partner commerciale; uno deve essere una PMI e uno deve essere un’organizzazione di utenti finali. La durata del progetto deve essere compresa tra i 12 e i 36 mesi.
Solo le organizzazioni che sono incluse esplicitamente nei criteri di eleggibilità nazionali pubblicati insieme al testo dell’invito a presentare proposte possono essere eleggibili per il finanziamento. È necessario quindi fare riferimento a tale documento.
Il progetto può includere anche organizzazioni che non dispongano di un finanziamento nazionale: queste organizzazioni possono partecipare in qualità di associate al progetto senza ricevere finanziamenti dal Programma AAL, ma non possono ricoprire un ruolo cruciale per l’implementazione del progetto.

Scrittura della proposta
La proposta deve essere composta da due parti:

  • Parte A: Informazioni amministrative – generata utilizzando lo strumento di applicazione via web:
    – Abstract;
    – Partners e contatti di riferimento;
    – Budget con combinazioni di finanziamento;
    – Controllo di eleggibilità semi-automatico.
  • Parte B: Template pubblicato sul sito web; il file PDF dovrà essere caricato sul sito web preposto per l’invio della proposta . Massimo 33 pagine!
    – Cover / Title page, content page
    – Sezione 1: Relevance and scope (5 pagine max.)
    – Sezione 2: Quality of the proposed solution and workplan (11 pagine max.)
    – Sezione 3: Quality of the consortium and project management (8 pagine max.)
    – Sezione 4: Potential impact of the proposed solution on quality of life (3 pagine max.)
    – Sezione 5: Potential impact of the proposed solution on market development (4 pagine max.)
    – Annex: Ethical declaration table

Documenti
Per ulteriori informazioni fare riferimento al testo della Call e alla Guida per i candidati.

Consigli:
• Utilizzare l’ultima versione della call;
• Controllare le informazioni pubblicate sul sito dell’agenzia di finanziamento nazionale (per l’Italia, sito del MIUR);
• Registrare la proposta con anticipo, evitare di aspettare fino all’ultimo minuto disponibile.

AAL 2016

Ulteriori info

Comments are closed.