Scroll to top

Il 31 gennaio 2017  si è tenuta a Bruxelles la giornata informativa su Erasmus + Sport, organizzata dalla Direzione generale per l’Istruzione e la Cultura (DG EAC) della Commissione europea e dall’Agenzia esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA).
La finalità dell’evento è stata la presentazione delle nuove opportunità di finanziamento relative allo sport del programma Erasmus+ e delle modalità di presentazione e di valutazione delle proposte.

Nella call sullo sport di Erasmus + l’attenzione è rivolta in particolare allo sport di base, vale a dire lo sport a livello non agonistico e non professionale. Come elementi chiave ed obiettivi, la call prevede che le azioni finanziate portino allo sviluppo di una dimensione europea dello sport attraverso attività di condivisione e diffusione di esperienze e conoscenze. L’obiettivo principale dei progetti è quindi l’aumento dei livelli di partecipazione allo sport, alle attività fisiche e al volontariato in ambito sportivo non agonistico.

Durante la giornata sono state presentate le policies dell’Unione europea relative allo sport. Inoltre, la DG EAC ha emanato le linee guida nell’ambito dello sport, condensate essenzialmente nello European Union Work Plan for Sport, il Libro Bianco sullo Sport e la comunicazione Developing the European Dimension in Sport.
Yves Le Lostecque, capo dell’unità sport della DG EAC, ha spiegato come le iniziative della Commissione nell’ambito dello sport puntino a rafforzare il valore sociale dello sport attraverso i grassroots sports sui quali è stato redatto un rapporto da parte di un gruppo di alto livello richiesto dal commissario Tibor Navacsics. Un altro rapporto sulla sport diplomacy sottolinea il ruolo dello sport nelle relazioni fra gli stati e come mezzo per promuovere i valori fondamentali di libertà, democrazia, uguaglianza ed inclusione, con particolare riguardo alle disabilità.

L’evento principale per la promozione dello sport da parte della UE è la Settimana Europea dello Sport, il cui flagship event dell’edizione 2016 si è tenuto il 15 settembre a Bruxelles ed ha avuto per tema la buona governance nello sport. A gennaio di questo anno, la Commissione europea ha emesso un rapporto sul primo work plan per lo sport che copre il periodo 2014-2017, sottolineandone i risultati positivi ottenuti.

La Call Sport 2017 si articola nelle seguenti misure:
Collaborative and Small Collaborative partnerships;
Not-for-profit European sport events.

Le collaborative partnerships e le small collaborative partnerships vertono su tre obiettivi specifici:
1. Combattere le minacce transnazionali come il doping, le partite truccate, la violenza, l’intolleranza e la discriminazione;
2. Promuovere e sostenere la buona governance nello sport e la duplice carriera degli atleti;
3. Promuovere le attività di volontariato nello sport, insieme all’inclusione sociale, le pari opportunità e la sensibilizzazione rispetto agli orientamenti dell’UE in materia di attività fisica (HEPA).
I not-for-profit European sport events hanno per oggetto soltanto il terzo obiettivo specifico.

Per quanto riguarda le attività finanziabili, le collaborative partnerships sono destinate soprattutto alla creazione di output tangibili da diffondere con un’intensa attività di disseminazione. Le small collaborative partnerships sono invece orientate allo scambio di buone pratiche, così da rinforzare la capacità degli enti di creare reti transnazionali. Il budget allocato ai not-for-profit European sport events sarà diviso fra un 30% dedicato all’implementazione della Settimana Europea dello Sport, per un totale di 4 progetti con un co-finanziamento massimo di 300 mila € ciascuno, e un 70% dedicato ad altre priorità, per un totale di 8 progetti co-finanziati al massimo a 500 mila € ciascuno.

Il massimo contributo di co-finanziamento per le collaborative partnerships è di 400 mila €, mentre per le small collaborative partnerships è di 60 mila €. Gli enti eleggibili sono enti pubblici ed organizzazioni non-profit il cui ambito di attività è, ovviamente, principalmente lo sport.

La scadenza per la presentazione di progetti per queste azioni è posta al 6 aprile 2017. Prima di procedere con la scrittura della proposta progettuale, è necessario consultare la guida al programma nella sua seconda versione aggiornata di gennaio 2017.

Tab Sport

Ulteriori informazioni

Comments are closed.