Scroll to top

Il 4 aprile 2016 a Bruxelles si è tenuto un dibattito sull’iniziativa Seal of Excellence, organizzato dall’Ufficio per la Ricerca, lo Sviluppo e l’Innovazione della Repubblica Ceca (CZELO) e dalla Rappresentaza Industriale ceca presso l’UE (CEBRE). Durante l’evento esponenti delle istituzioni europee, funzionari delle rappresentanze regionali, imprenditori, ricercatori e altri stakeholders hanno discusso dell’implementazione di questa iniziativa.

La Commissione europea ha lanciato “Seal of excellence” lo scorso ottobre, con l’obiettivo di favorire concretamente l’attuazione di sinergie tra il programma per la ricerca ed innovazione Horizon 2020 e i Fondi strutturali e di investimento europei (ESIF), gestiti dagli Stati membri e dalle regioni. Tale marchio di qualità viene assegnato ai progetti che hanno ricevuto elevati punteggi nel processo altamente competitivo di valutazione tecnica nell’ambito dello Strumento per le PMI di Horizon2020, ma che non ha potuto assicurasi il finanziamento per mancanza di budget. Questo marchio di eccellenza da alle PMI innovative l’opportunità di promuovere il loro progetto richiedendo l’accesso ad altre fonti di finanziamento disponibili sul territorio, come i Fondi strutturali e di investimento. Ad oggi, si calcola che in totale siano circa 2300 le proposte presentate all’interno dello SME Instrument non finanziate dal programma ma che hanno ricevuto lo Seal of Excellence.

seal of excellence_mia

Il funzionario della Commissione europea Magda de Carli (DG RTD) ha spiegato come si tratti di un’iniziativa estremamente importante per massimizzare l’impatto, la qualità e l’efficienza degli investimenti per la ricerca e l’innovazione: è un opportunità interessante non solo per le imprese, che hanno investito molte risorse per preparare la loro proposta, ma anche per le Autorità di gestione locale, che grazie a questo marchio hanno la garanzia di selezionare progetti molto promettenti per la ricerca e l’innovazione che sono già stati sottoposti ad una rigorosa valutazione tecnica. Anche l’eurodeputata Martina Dlabajová (EMPL committee) si è espressa a favore di questa iniziativa, che rappresenta una seconda opportunità di ricevere un finanziamento per le imprese d’eccellenza e può generare un forte impatto sui territori.

Le imprese però devono tenere presente che questo marchio di eccellenza non garantisce di ottenere automaticamente una fonte di finanziamento alternativa o dello stesso ammontare del finanziamento che avrebbero ricevuto all’interno di Horizon. La Task Force, che riunisce enti di finanziamento interessati nel sostenere queste proposte di eccellenza, ad oggi è composta da 135 membri provenienti da organizzazioni pubbliche o private a livello regionale o nazionale. Molti di questi enti hanno già pubblicato, o sono in procinto di lanciare, i primi inviti a presentare proposte per finanziare i progetti che hanno ricevuto il marchio.

Le iniziative di successo avviate sino ad oggi sono pubblicate sul sito della DG Ricerca e Innovazione, tra queste esperienze si riporta il caso della Regione Lombardia, che ha anticipato l’iniziativa comunitaria avviando nel “Bando Ricerca e Innovazione 2014” una misura a supporto delle PMI lombarde che hanno superato la fase 1 dello Strumento per le PMI e che è diventata un “case study” europeo.
Un altro esempio positivo di sinergie è stato presentato da Vladimir Cid Bourie dell’Ufficio di rappresentanza spagnolo per la Scienza e la Tecnologia (SOST). La Spagna è il paese europeo con il più elevato numero di progetti d’eccellenza presentati nell’ambito dello Strumento per le PMI; lo scorso anno 141 proposte progettuali “Seal of excellence” sono state finanziate per la fase 1 dal Ministero spagnolo per l’economia e la competitività (MINECO), attraverso una call specifica con un budget totale di 8,6 milioni di €. Durante l’incontro, la rappresentante del Centro per l’Innovazione della Moravia Meridionale (JIC) ha annunciato che la regione Brno sta approvando uno strumento che nei prossimi mesi permetterà di finanziare proposte dotate del marchio di eccellenza.

Durante questa fase pilota, il marchio di eccellenza è riservato ai progetti presentati dalle PMI all’interno del quadro dello SME Instrument poichè si tratta di progetti più piccoli, provenienti da una sola impresa e pronti per essere commercializzati. In futuro la Commissione pensa di estendere l’azione ad altre aree di Horizon 2020, come le azioni Marie Sklodowska-Curie (MSCA), Proof of Concept (PoC ERC), Infrastrutture di ricerca (RIs) e progetti Teaming.

 
Ulteriori informazioni

Comments are closed.