Scroll to top

Proprietari e gestori di edifici (pubblici e privati) non storici e multipiano sono invitati a fare domanda entro il 15 luglio.

Bruxelles, 10 maggio 2022 – e-SAFE, progetto finanziato dalla Commissione Europea tramite il programma H2020, ha pubblicato un invito a presentare proposte rivolto a enti pubblici e privati al fine di poter accedere a consulenze gratuite e su misura per la ristrutturazione degli edifici.
L’iniziativa mira a sostenere i proprietari e gestori di edifici a più piani per sostenirli  nell’identificazione  delle misure, dei processi e schemi di sostegno finanziario per la riqualificazione di edifici efficienti dal punto di vista energetico e sicuri dal punto di vista sismico.
Il consorzio di e-SAFE, composto da 12 partners, sta sviluppando un sistema di profondo innovamento degli edifici, pronto per il mercato e multiuso. La soluzione proposta comprende aspetti tecnologici, funzionali, estetici, finanziari ed economici per edifici non storici presenti nelle regioni sismiche d’Europa.

“La nostra missione è quella di rendere accessibili le ristrutturazioni edilizie che si concentrano sull’efficienza energetica e sulla sicurezza sismica a coloro che ne hanno maggiore bisogno, e di semplificare il processo di rinnovamento lungo il percorso” dice Giuseppe Margani, coordinatore di e-SAFE e professore di architettura tecnica  presso l’Università di Catania (UNICT).
“Siamo entusiasti all’idea di poter applicare il metodo studiato da e-SAFE su edifici veri e propri. Anche se non si intende rinnovare subito, questa è una fantastica opportunità per preparare il processo; in questo modo, quando si vorrà realizzare la riqualificazione, si potranno prendere decisioni a lungo termine in piena fiducia.”

La consulenza e il supporto per la ristrutturazione forniti dal progetto e-SAFE saranno riservati soltanto a due candidature. Saranno considerati come ammissibili i proprietari o gestori di edifici (pubblici e privati) non storici e multipiano, che sono situati in zone sismiche all’interno dell’Europa e che necessitano un rinnovamento.

Il primo step per il processo di candidatura è quello relativo alla compilazione dell’apposito modulo sul sito web di e-SAFE. Alla fine della procedura, solo due edifici potranno essere selezionati. L’invito a presentare proposte chiude il 15 luglio.

Oltre al supporto tecnico, i candidati selezionati riceveranno:
– il rilievo e i modelli 3D dell’edificio;
– l’audit energetico, l’analisi energetica e le simulazioni strutturali dell’edificio;
– un progetto di ristrutturazione dettagliato, ottenuto applicando la metodologia di e-SAFE e un processo di co-design con i residenti. Il progetto di ristrutturazione sarà in grado di fornire soluzioni di carattere architettonico, energetico e antisismico su misura per l’edificio;
– la consulenza nella scelta dei metodi di supporto finanziario, validi per l’implementazione efficace delle ristrutturazioni energetiche e antisismiche;
– la visibilità a livello locale ed europeo.

Fai domanda qui per ricevere gratuitamente i piani di ristrutturazione

“Incoraggiamo tutti i potenziali beneficiari ad inviare la domanda di candidatura”, afferma Margani. “Si tratta di una rara opportunità per avere accesso a notevoli benefici che solo un progetto di ricerca finanziato da un ente pubblico può offrire”.

Clicca qui per avere accesso ad ulteriori informazioni sui requisiti tecnici.
Clicca qui per avere una panoramica sul processo di candidatura e sui vantaggi di lavorare con e-SAFE.

Su e-SAFE

e-SAFE è un progetto finanziato dalla Commissione Europea, tramite il programma Horizon 2020, della durata di 4 anni a cui partecipano 12 partner provenienti da 8 paesi. e-SAFE si propone di sviluppare un sistema di ristrutturazione integrata degli edifici, versatile e pronto per il mercato, che comprenda aspetti tecnologici, funzionali, estetici, finanziari ed economici per edifici con struttura in cemento armato situati nelle regioni sismiche d’Europa.

Comments are closed.